Consulto prodotti GRATUITO_Clicca qui!

Porosità, come scegliere i prodotti?

Bentornat* Curlyn*,

In questo articolo della Academy vi parlo della porosità: in cosa consiste, conseguente comportamento del capello, gestione in base al livello e soprattutto COME SCOPRIRE LA PROPRIA. Se ancora non lo avete letto, vi consiglio di farlo prima di proseguire qui.

Oggi voglio soffermarmi su come scegliere i prodotti in base alla porosità che avete.

 

BASSA

Per i prodotti leave-in prediligete textures liquide e leggere, quindi spray liquidi, mousse e creme spray.

Limitate l’uso del gel perché attraversa le cuticole con grande difficoltà, se dovete ricorrervi diluite un po’ con acqua per agevolare la penetrazione.

Sia per i prodotti formulati che per le materie prime pure optate per componenti leggere come mandorle e vinaccioli e burri leggeri, come quello di cacao.

L’olio di cocco, vista la sua alta capacità penetrante può andare bene come componente ristrutturante proteica da utilizzare ogni tanto, ma va massaggiato bene.

Altri oli e burri più pesanti e corposi non sono da rifuggire, ma andrebbero utilizzati in determinate condizioni come ad esempio trattamenti pre-shampoo o condizionanti a caldo e coperti da cuffia di plastica.

Contrariamente a quanti molti pensano, il capello a bassa porosità tollera bene le proteine, ma non ne hanno bisogno con la stessa frequenza dei capelli a porosità media o alta perché le cuticole abbassate le trattengono meglio una volta infuse.

Optate per proteine idrolizzate, perché la texture liquida agevola la penetrazione e l’agente acqua aggiunge un effetto idratante.

Per quanto riguarda la pulizia di cute e capelli è necessario eseguirne un profonda 1 o 2 volte al mese, quindi munitevi di uno shampoo purificante.

     

     

    MEDIA

    I capelli sono ben predisposti a prodotti leave-in più corposi come lozione, latte e crema leggera, mentre per le formulazioni e materie prime avete più spazio di manovra in quanto la fibra accoglie bene sia prodotti leggeri (da applicare in quantità maggiori rispetto alla bassa p.), sia componenti a pesantezza media, sia componenti più pesanti che consiglio comunque di utilizzare nei trattamenti “a caldo”.

    La pulizia profonda con shampoo purificante può essere fatta al bisogno e se i vostri capelli non si appesantiscono potete farla anche una volta ogni sei settimane. Per gli altri wash time vi consiglio l’utilizzo di uno shampoo idratante senza solfati una volta alla settimana, se dovete eseguire lavaggi intermedi optate per un co-wash o una crema detergente molto delicata.

    Le componenti proteiche vanno aumentate perché le cuticole si aprono di più e quindi quanto apportato fuoriesce più velocemente.

    La gestione dei capelli a porosità media è più simile a quello dei capelli a porosità alta, perché bisogna portare le cuticole ad abbassarsi in modo da trattenere le componenti e un primo passo è utilizzare prodotti a pH basso e condizionanti.

     

     

     

    ALTA

    I capelli hanno bisogno di componenti pesanti e texture molto consistenti, sia per quanto riguarda i prodotti già formulati che per quanto riguarda le materie prime.

    È fondamentale che le cuticole si abbassino, affinché la fibra capillare abbia una buona capacità di ritenzione e l’idratazione venga ben sigillata.

    I gel aiutano a disciplinare le cuticole, prediligete quelli idratanti perché vi aiutano a mantenere l’idratazione. Grandi alleati sono quelli a base di umettanti, come l’aloe vera, componenti in grado di assorbire l’umidità dall’aria e infonderla nel capello. Fate però attenzione ai mesi più freddi perché questa capacità può agevolare effetto crespo e perdita di definizione.

     

    Per la detersione scegliete uno shampoo delicato senza solfati e con un pH basso, che vi aiuterà a mantenere chioma e cute pulite senza privarle dell’idratazione e degli oli del sebo di cui hanno bisogno.

    Se dovete inserire lavaggi veloci tra un wash time a l’altro munitevi di co-wash o crema detergente delicata.

    Per condizionare preferite le maschere ai balsami, perché nelle prime la dimensione molecolare degli ingredienti è più piccola e questo li aiuta ad arrivare più in profondità.

    Per questo motivo si consiglia di applicare il balsamo dopo la maschera.

    Tra i rimedi “casalinghi” per chiudere le cuticole è molto consigliato il risciacquo acido con un mix di aceto di mele e acqua. Balsamo risciacquato con acqua fredda: luminosità, sigilla idratazione, meno nodi.

    I trattamenti proteici sono tra i pilastri della routine perché le fibre vanno riempite e ristrutturate frequentemente, soprattutto se l’alta porosità dipende da trattamenti chimici.

     

     

    Tengo a specificare che queste sono indicazioni generali e le singole situazioni posso trovarsi declinate diversamente, soprattutto per il fatto che altre alla porosità entrano in gioco corpo del capello, densità della chioma e volume.

    Un buon punto di partenza per iniziare a prendervi cura della vostra chioma è la BOX POROSITÀ, studiata per ottenere il massimo dalla sinergia dei principi attivi dei prodotti.

     

    Mi raccomando di andare a leggere l’articolo di approfondimento sulla Porosità, indispensabile per avere una quadro completo del fenomeno.

     

    Infine non dimenticate di fissare un consulto gratuito per farvi consigliare quali prodotti acquistare per la vostra routine.

    Potete prenotarvi compilando questo form.

     

    Al prossimo articolo,

    A.

     

     

    Lascia un commento

    Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati